Esperienze di VR/AR/IR a Roma

Dal 17 al 19 aprile 2023 si è svolto il viaggio-studio a Roma organizzato dalla Scuola di Specializzazione in Beni Architettonici e del Paesaggio, dal Laboratorio di progettazione per il restauro e la valorizzaione del patrimonio culturale (docenti Prof. Arch. S.F. Musso, Ing. S. Podestà) e dal corso di Riqualificazione e riuso del patrimonio recente (docente Prof.ssa Arch. G. Franco) dell’Università degli Studi di Genova, a cui ha partecipato anche la dottoranda del XXXVIII° ciclo, Arch. Simonetta Acacia.

Il viaggio ha previsto, nelle prime due giornate, la visita di cantieri di restauro e consolidamento statico all’interno del Parco archeologico del Colosseo (https://parcocolosseo.it/) – di cui l’Ing. Podestà è progettista e direttore dei lavori per le opere strutturali – e la visita alla Domus Aurea neroniana; nella terza giornata, invece, è stato visitato il quartiere Flaminio, con tappe presso alcuni edifici realizzati in occasione delle Olimpiadi di Roma 1960, l’Auditorium Parco della Musica (https://www.auditorium.com/) e il MAXXI – Museo Nazionale delle Arti del XXI secolo (https://www.maxxi.art/).

Il viaggio-studio è stato interessante non solo dal punto di vista architettonico, ma anche per quanto riguarda le tecnologie digitali adottate per la valorizzazione del patrimonio culturale. Si segnalano in particolare le seguenti esperienze:

  • Museo del Palatino: decorazione di volta dipinta reintegrata tramite video-mapping;
Museo del Palatino – decorazione di volta ricostruita tramite video-mapping
  • Chiesa di Santa Maria Antiqua (*): ricostruzione della decorazione parietale tramite video-mapping, integrato da testi descrittivi e sottofondo musicale; schermi video con ulteriori informazioni e ricostruzioni grafiche del manufatto architettonico;
Santa Maria Antiqua – video-mapping
  • Chiesa di San Pietro in Vincoli: realtà aumentata tramite l’app SPiVAR sviluppata da Land S.r.l. – Roma;
San Pietro in Vincoli – l’app SPiVAR installata su dispositivo mobile
  • Domus Aurea: proiezione emozionale nella galleria di accesso (*); lungo il percorso, illuminazione variabile (allestimento, simulazione luce naturale originaria, simulazione luce delle fiaccole al momento della riscoperta del sito); realtà immersiva nella Sala della volta dorata, tramite Oculus con audio (*); simulazione cascata d’acqua tramite video-mapping nella Sala ottagonale (*).
Domus Aurea – postazioni per esperienza di realtà immersiva allestite nella Sala della volta dorata; dispositivo Oculus indossato da una visitatrice

Le diverse esperienze di VR/AR/IR sperimentate hanno offerto un ampio ventaglio di soluzioni attualmente adottate per la valorizzazione di beni culturali di primaria importanza. La maggior parte di esse si è rivelata coinvolgente per l’utente ed efficace nel veicolare contenuti culturali.

(*) Esperienze realizzate da Progetto Katatexilux (https://www.katatexilux.com/).



Citare questo post
Simonetta Acacia (2023, 27 Aprile). Esperienze di VR/AR/IR a Roma. Digital Humanities PhD. Recuperato il 30 Maggio 2024, da https://doi.org/10.58079/nlep

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.