Audio Paper Symposium | Malmö | 9-10 dicembre 2018

Nei giorni 9-10 dicembre 2018 si è svolto a Malmö il convegno internazionale Audio Paper Symposium organizzato dall’Università di Lund e dalla Malmö Academy of Music presso l’Inter Arts Center. L’obiettivo dell’incontro era di indagare e discutere le potenzialità di un nuovo formato di pubblicazione scientifica basato esclusivamente su contenuti acustici e denominato Audio Paper.

La storia degli Audio Paper è molto recente, si tratta infatti di un formato teorizzato e introdotto in ambito scientifico per la prima volta nel 2016 da Sanne Krogh Groth e Kristine Samson tramite la pubblicazione di un manifesto sulla rivista danese Seismograf.

Nel manifesto sono raccolte le linee guida per l’utilizzo dello stesso. Si tratta di un formato che coniuga una componente performativa a quella informativa. È un formato parziale e induttivo, che ben si adatta alle ricerca site specific. È un formato multifocale, che include e assembla diverse voci. È un formato che include tecnologia ed estetica. Qui il manifesto completo: http://seismograf.org/fokus/fluid-sounds/audio_paper_manifesto

Il convegno ha raccolto gli interventi di due keynote speakers (Miklós Kiss, professore di Film e Media Studies dell’Università di Groningen e la sound artist serba Svetlana Maras) e la presentazione di sedici Audio Paper selezionati attraverso una call. La natura del convegno era fortemente multidisciplinare. L’Audio Paper si presta infatti ad essere utilizzato nelle discipline artistiche e umanistiche in modo piuttosto flessibile.

Molti dei paper presentati enfatizzano l’aspetto performativo; uno dei temi più dibattuti è stato infatti il confronto tra tale formato e una composizione elettroacustica pura. Altre problematiche emerse riguardano la natura e l’autenticità delle fonti, la facilità di fruizione di un formato che si sviluppa nel tempo, la durata dello stesso, il ruolo e lo stile del narratore.

Nell’ambito del mio progetto di ricerca legato ai temi del paesaggio sonoro alpino, ho presentato un audio paper connesso al racconto acustico di una borgata walser sita in Valsesia, il borgo di San Gottardo, nel comune di Rimella. L’audio paper include una voce narrante, l’incursione di altri narratori, materiale d’archivio, registrazioni di suoni ambientali. Gli audio paper presentati durante il simposio saranno pubblicati in un numero dedicato della stessa rivista Seismograf.

Alcune immagini dell’Audio Paper Symposium (Malmö, 9-10 dicembre 2018)

Im/materiale. L’immagine artistica nell’era della sua smaterializzazione digitale

Seminario Dottorale:

“Im/materiale. L’immagine artistica nell’era della sua smaterializzazione digitale”.

Francesca Gallo, docente di storia dell’arte contemporanea presso La Sapienza, e Domenico Quaranta, storico dell’arte e autorità nel campo della new media art, si confronteranno, con apertura interdisciplinare, sulle tematiche e problematiche dei linguaggi visivi della contemporaneità.

01.07.2017 – Ore 15
Balbi 2, Aula Magna
Genova

Giornata delle Digital Humanities

Il Dottorato in Digital Humanities organizza la prima Giornata di Studi dedicata unicamente alle DIGITAL HUMANITIES.

I dottorandi parleranno delle scoperte e riflessioni maturate nei loro progetti e dialogheranno, fra loro e con il pubblico, su temi che intrecciano arte, letteratura, educazione, lingue, e tecnologia.

Un’occasione di scambio e confronto aperta a tutti gli appassionati di scienze umanistiche e/o tecnologia, e l’occasione perfetta per tutti coloro che non sanno che cosa sono le Digital Humanities per scoprire di più su questa nuova disciplina.

PROGRAMMA

10.00 – 12.30 Apertura lavori e a seguire Presentazioni dei dottorandi e Tavola Rotonda sul tema “Carta e schermo: La tecnologia al servizio delle scienze umanistiche”

14.30 – 17.00 Presentazioni dei dottorandi e Tavola Rotonda sul tema “L’evoluzione dei sensi: Le scienze umanistiche e i nuovi contenuti digitali”

L’incontro si terrà in Aula I nel dipartimento di Lingue nel palazzo in Piazza Santa Sabina 2.

Moderano l’evento Luca Sabatini e Fabrizio Bracco.

Dottorande responsabili dell’organizzazione:
Serena Zampolli
Maria Cecilia Reyes

 

Evento Facebook